mercoledì 24 agosto 2016

Terremtoto in Italia

Terremoto di magnitudo 6.0 devasta il centro Italia: morti. Il sindaco di Amatrice: "Il paese non c'è più". Finora almeno 55 scosse di magnitudo superiore a 3,0, la prima alle 3.36.Interi paesi rasi al suolo. Già recuperati 14 cadaveri.

 

 Un forte terremoto di magnitudo 6,0 ha colpito nella notte l'Italia centrale provocando morti e feriti. L'epicentro è nei pressi di Accumoli, in provincia di Rieti, Lazio, a soli 4 chilometri di profondità, un paese equidistante da Amatrice e Norcia. La prima scossa, violentissima, alle 3.36 del mattino è stata sentita da Rimini a Napoli. E proprio ad Accumoli, dove ci sarebbero sei morti, e nella vicina Amatrice si registrano i danni più gravi. "Il paese non c'è più. C'è gente sotto le macerie": è la prima, drammatica, testimonianza del sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi.

Nessun commento:

Posta un commento