giovedì 23 aprile 2015

Bella ciao!





Una mattina mi son svegliato,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
Una mattina mi son svegliato,
e ho trovato l'invasor.

O partigiano, portami via,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
O partigiano, portami via,
ché mi sento di morir.

E se io muoio da partigiano,
(E se io muoio sulla montagna)
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
E se io muoio da partigiano,
(E se io muoio sulla montagna)
tu mi devi seppellir.

E seppellire lassù in montagna,
(E tu mi devi seppellire)
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
E seppellire lassù in montagna,
(E tu mi devi seppellire)
sotto l'ombra di un bel fior.

Tutte le genti che passeranno,
(E tutti quelli che passeranno)
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
Tutte le genti che passeranno,
(E tutti quelli che passeranno)
Mi diranno «Che bel fior!»
(E poi diranno «Che bel fior!»)

«È questo il fiore del partigiano»,
(E questo è il fiore del partigiano)
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
«È questo il fiore del partigiano,
(E questo è il fiore del partigiano)
morto per la libertà!»

giovedì 2 aprile 2015

Giovedì santo: la lavanda dei piedi

La "Lavanda dei piedi" di Giotto (Cappella degli Scrovegni, Padova)


Con il Giovedì Santo si conclude la Quaresima, iniziata con il Mercoledì delle Ceneri, e finisce anche il periodo di digiuno (Fasten) . Con la messa “in Coena Domini” inizia il Triduo pasquale,  i tre giorni nei quali si commemora la Passione, Morte e Risurrezione di Gesù. Secondo tradizione, in molte chiese italiane il giovedì santo, durante la messa, il prete lava i piedi a 12 uomini, che rappresentano i dodici Apostoli.