giovedì 21 agosto 2014

AGGETTIVI POSSESSIVI

 Inserisci gli aggettivi possessivi. Attenzione agli ARTICOLI!

1. Stasera Arturo esce con amici.
2. Elena ha perso passaporto.
3. Domenica andiamo a Volterra, verranno anche Mario e Laura con figli.
4. Arturo ha invitato a pranzo socio con moglie.
5. Avete messo in ordine camera?
6. Prima di partire Elena ha salutato tutti amici.
7. Mario e Laura dicono che casa è troppo grande.
8. Non abbiamo preso l'ombrello, adesso scarpe e vestiti sono tutti bagnati.
9. Signor Neri, ha trovato occhiali?
10. Se vieni a trovarmi, ti presento fratello e sorella maggiore.
11. Signora, sono felice di fare conoscenza.
12. amici di Milano mi hanno invitato per il fine settimana e io ho accettato con piacere invito.
13. Arturo, a che ora torna da scuola sorella?
14. Paola è stanca, è andata a casa .
15. Signorina, può darmi il numero cellulare?
16. "Che ore sono?" "Non lo so, orologio è fermo".
17. Giorgio, come sta padre? E sorelle?
18. Elena aspetta una telefonata figlia.
19. Sabato pomeriggio abbiamo messo in ordine appartamento.
20. Ho regalato a Luigi un disco per compleanno.

martedì 19 agosto 2014

CONGIUNTIVO O INDICATIVO?

CONGIUNTIVO

Completare con il congiuntivo se è necessario.
1. Spero che la prova (andare) bene domani.
2. È certo che la storia dell'anno scorso (essere) falsa.
3. Immagino che la storia (essere) falsa.
4. Dubito che l'esame (essere) difficile.
5. Voglio che il signore (dire) la verità.
6. Voglio che tu (dire) la verità.
7. È ovvio che Anna non (dire) la verità lunedì scorso.
8. Sono felice che i ragazzi (dare) già il regalino alla bambina.
9. Bisogna che Marco e Franca (avere) pazienza.
10. Crediamo che tu (potere) studiare di più.
11. Credono che Maria (potere) studiare di più.
12. Credo che voi (potere) studiare di più.
13. Siamo sicuri che Maria (potere) studiare di più.
14. Vedo che il cane (avere) fame ancora.
15. Dubito che voi (prendere) la decisione giusta.
16. Sembra che il nonno (venire) domani.
17. So che il nonno (venire) domani.
18 & 19. È probabile che (nevicare) e (piovere) .
20. Spero che tu (divertirsi) alla partita.

AGOSTO


domenica 17 agosto 2014

giovedì 14 agosto 2014

FERRAGOSTO

Il nome laico è Ferragosto, la festività è in realtà religiosa: l’Assunzione della Vergine Maria. L’abitudine è quella della gita fuori porta per la giornata del 15 agosto.

Ferragosto
Il termine viene dal latino. Se il mese di agosto prende il nome dall’imperatore Augusto, lo stesso vale per la festività di questo mese che deriva da feriae Augusti, festività istituita sempre da Augusto nell’8 a.C.

Antica Roma
Augusto aveva istituzionalizzato una festa che già esisteva nei secoli precedenti in questo periodo dell’anno. Erano i Vinalia rustica o i Consualia, appuntamenti legati alla fine dei lavori nelle campagne.

Augustali
Le vacanze di Augusto erano dunque un periodo di riposo dopo l’attività agricola e comprendevano giochi e festeggiamenti con animali, anche da lavoro, e corse di cavalli.

Palio di Siena
Non il 15, ma il 16 agosto a Siena c’è il palio dell’Assunta. Il palio, in latino pallium, è il drappo che andava al vincitore nelle antiche gare romane. Ancora oggi va alla contrada della città il cui cavallo taglia per primo il traguardo in piazza del campo.

Altre feste
Non solo il palio di Siena, c’è quello dell’Argentario con le barche, la giostra del Saracino a Sarteano.

Treni popolari di ferragosto
Nasce da qui la tradizione della gita fuori porta. Durante gli anni del fascismo, nei giorni attorno al 15 agosto c’erano tariffe agevolate per chi viaggiava in treno verso città o località di vacanza.

Assunzione di Maria
La chiesa cattolica festeggia il 15 agosto l’Assunzione della Vergine Maria cioè il passaggio diretto, anima e corpo, della madre di Gesù in paradiso al termine della sua vita terrena. Gli ortodossi celebrano in questa data la dormizione di Maria, come se la Vergine non fosse morta, ma fosse caduta in un sonno profondo prima di essere assunta in cielo. I protestanti non credono nell’assunzione, in quanto non presente nella Bibbia.

tratto e adattato da  http://www.vanityfair.it/

mercoledì 6 agosto 2014

Dal presente al futuro

CONIUGA I VERBI AL FUTURO SEMPLICE.

a. Se Malika arriva la vedo / volentieri.
b. I ragazzi alla festa vogliono / andare senza i genitori.
c. Io sono pieno di lavoro: il mio collega deve / aiutarmi un po’.
d. Tutti aspettano questo concerto, quindi non ci sono / più biglietti disponibili.
e. Se volete / , vediamo / insieme le foto del nostro viaggio in India.
f. Se vai a dormire tardi, poi hai / sonno durante il giorno.
g. Non possiamo / vederci nei prossimi mesi.
h. Domani abbiamo / ospiti a cena.